Sistema Sicurezza

II Decreto Legislativo 81/2008 e successive modifiche ed integrazioni, individua una serie di adempimenti per le imprese in materia di tutela della salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, con particolare attenzione alla prevenzione e protezione.
Le imprese sono tenute ad organizzare la sicurezza nei luoghi dì lavoro, elaborare la valutazione dei rischi, individuare le misure di prevenzione e protezione, informare e formare i lavoratori ed i loro rappresentanti in base alle norme che prevedono la consultazioni e la partecipazione dei Rappresentanti dei Lavoratori alla Sicurezza. Per tali scopi, la legge individua figure con compiti specifici:

• il responsabile del servizio di prevenzione e protezione (R.S.P.P.);
• il Rappresentante dei Lavoratori alla Sicurezza (R.L.S.);
• il medico competente;
• l’addetto alla prevenzione incendi, all’emergenza ed evacuazione;
• l’addetto al primo soccorso.

Le Associazioni Artigiane e le Organizzazioni Sindacali, al fine di adeguare l’applicazione del già Decreto Legislativo 626/94 ora Decreto Legislativo 81/2008 e s.m. alla specificità delle imprese artigiane, hanno realizzato Accordi Interconfederali sia a livello nazionale che regionale. L’obiettivo di tali Accordi è quello di favorire un sistema relazionale e partecipativo che accresca la responsabilità e la consapevolezza di tutti i soggetti interessati, per rendere più sicuri e produttivi i luoghi di lavoro. La legge prevede inoltre l’istituzione di Organismi Paritetici (tra le Associazioni Artigiane e le Organizzazioni Sindacali) con lo scopo principale di orientare e promuovere iniziative formative in materia di salute e sicurezza.

Gli Accordi sottoscritti fra le Parti Sociali prevedono l’istituzione di due Organismi Bilaterali.

• Comitato Paritetico Regionale per l’Artigianato (C.P.R.A.)

– programma i contenuti della formazione, elabora indirizzi, linee guida e regolamenti per favorire l’omogeneità di comportamenti nell’attività degli OPTA;
– è la sede in cui si esplicano tentativi di conciliazione delle controversie non risolte in sede O.P.T.A..

• L’Organismo Paritetico Territoriale per l’Artigianato (O.P.T.A.)

– ha funzione di orientamento e di promozione di iniziative di sicurezza e prevenzione,
– è la sede ove si realizza la consultazione fra l’impresa e il Rappresentante Territoriale dei Lavoratori alla Sicurezza (R.L.S.T.);
– è la sede in cui si esplicano tentativi di conciliazione in caso di controversie, fra le imprese ed i rappresentanti dei lavoratori (R.L.S.T.- R.L.S.), riguardo l’applicazione delle norme in materia di sicurezza.